In un’altra vita.

– Ciao.
– Oh, ciao.
– Cosa guardi, bambina?
– Osservo il vuoto. Ecco, quei minuscoli spazi tra una particella e l’altra. Li vedi? Non riesco a non fissarli. Davanti ai miei occhi diventano sempre più grandi, si uniscono. E mi fanno immergere nel vuoto.
Wound-by-Mark-Ryden– Deve essere bello.
– Non lo so, ma mi dà pace.
– …
– …
– Sai, ho paura.
– Di cosa, del vuoto?
– No. Di te, bambina.
– Di me?
– Si.
– …
– Non lo so, è difficile da spiegare. Mi fai paura. Molta.
– Non capisco.
– Guardati bambina, sei così bella. Così ingenua, così pura. Vivi spensierata, ti stupisci di tutto, hai occhi curiosi. Occhi che vogliono esplorare, conoscere. E anche se quegli occhi piangono sangue, vogliono continuare a vedere.
– …
– Guardati. Guarda quanta forza sprigioni.
– E perché questo ti fa paura?
– Ti osservo spesso bambina, lo sai questo? Ti osservo perché è da te che traggo la mia forza. È per te che lotto. E vorrei avere la tua stessa ingenuità, la tua stessa purezza. Invidio quei tuoi occhi, così fermi. Invidio il controllo che eserciti sulle tue emozioni.
– …
– Faccio di tutto per mantenere in vita il mio lato bambino, per mantenere in vita te. Perché non voglio crescere e perdere la gioia di vivere che solo i bambini hanno. E così ti porto sempre con me, dentro me. Sperando che al tuo fianco io possa imparare ad affrontare meglio la vita. Ma forse è proprio questo a spaventarmi.
– Spiegati.
– Ho paura dei bambini, del loro mondo. Di te. Ho paura di tornare ad essere te. Io non voglio essere te, bambina. Tu sei la mia forza, il motivo che mi fa andare avanti. Ma non vorrei mai ridiventare te. Ho lottato tanto per venirne fuori. Ho lottato tanto per salvarti, per staccarti da me. E ora tu puoi vivere in me, ma non puoi tornare a unirti a me. Non puoi farlo, perché altrimenti mi uccideresti. Ho paura di questo: che tu possa uccidermi. Senza farlo apposta, certo. Ma puoi riuscirci.
– …
– Ti ricordi.. Ti ricordi quando eravamo una cosa sola? Ti ricordi tutto quel dolore che ogni giorno ci assaliva, ci soffocava? Ti ricordi come ci sentivamo esplodere, implodere, scoppiare? Io si, bambina. Io lo ricordo benissimo. E il ricordo ancora oggi mi fa male. Abbiamo dovuto separarci per poter continuare a vivere. Ma nonostante questo siamo ancora così legate. Non riesco a staccarmi da te, non riesco a lasciare il mio passato. Sei tu il mio passato, come potrei mai abbandonarlo? Però bambina non farmi del male. Io.. Io non lo sopporterei. Io.. Bè, io..
– [Sangue, sangue, sangue..]
– Aspetta bambina, no. No, non piangere. Quelle lacrime, così rosse, ti macchiano il viso. Il tuo bel viso. Non piangere, non per questo.
– Il passato.. Quel passato, quei ricordi.. Ahia, ricominciano a fare male. La ferita.. La ferita si è riaperta. La vedi? Guarda, è calda. Tocca.. Il sangue.. Forse è il sangue. Sta bruciando. Ahia, brucia! Non volevo.. Non volevo farti paura, non volevo farti del male, non volevo.. Non volevo ricordare. Il sangue.. Deve scendere, devo piangere. Devo.. Devo..
– Shh bambina, non parlare. Non ci pensare, non volevo ricordarti il nostro passato. Non volevo che tu rivedessi e rivivessi quelle immagini. Lascia stare quel che ti ho detto, lascia stare le mie paure. Vieni qui e fatti abbracciare. Finché io sarò qui ci sarà sempre un abbraccio per te. Vieni qui bambina, non sanguinare più.

(Scritto il 13 settembre 2010)

Annunci

Informazioni su Miriana

"Perché sfotti così la tua bellezza?" le chiesi. "Perché non ci vivi insieme, e via?" "Perché la gente pensa ch'è tutto quel che ho. La bellezza non è niente, la bellezza non dura. Non lo sai quanto sei fortunato, tu, a essere brutto, ché se a qualcuno gli piaci, così sai che è per qualche cosa d'altro."
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...