Speranza.

246983_1901249382611_1582989780_1911704_1140887_n

Rassegnarsi.
Certe volte nella vita bisognerebbe solo rassegnarsi.
Arrivano momenti in cui non serve più a niente sperare.
Tocca gettare la spugna, mettersi l’anima in pace.
Arrendersi.
È il solo modo per liberarsi da quel dolore che preme e andare avanti.
Eppure, tutti che si affannano per mantenere viva questa maledetta speranza.

Perché poi non si dorme più, si sta svegli finché non muore la speranza.
Maledetta stronza che non muore mai, mentre io vorrei dormire.

E così le notti passano insonni.
Mentre i giorni scorrono lenti, immersi nell’apatia più totale.
Animati solo dalla triste lotta tra la volontà di provarci ancora e il bisogno di mollare tutto.
Possibile che sia così difficile rassegnarsi?

Sembriamo tutti degli stupidi muli che continuano testardi lungo la stessa strada chiusa, andando sempre dritti fino a sbattere contro il muro. E continuando a marciarci sopra con la stessa determinazione, spinti, probabilmente, dalla paura di poter un giorno avere il rimorso di non averci provato abbastanza, di non aver lottato fino alla fine.
Non ci rendiamo conto, invece, che il pericolo più grosso non è quello di non averci provato fino all’ultimo, ma di non riuscire a capire di essere arrivati al limite. Che lottare non serve più a niente. Che bisogna mollare e guardare oltre. La minaccia maggiore alla quale rischiamo di andare incontro è quella di restare intrappolati in una situazione da cui non si ha più il coraggio di uscire. E allora sì che in quel caso metteremmo a rischio la salute di ognuno di noi.

Salvatevi, voi là fuori! Non cadete nella mentalità del crederci fino alla fine.
Non fatevi ingannare dal potere attrattivo della speranza.
Sono solo illusioni. Dolenti illusioni che portano inesorabilmente alla rovina interiore, ad uno sgretolamento lento e incessante del proprio essere.

Ma, tanto, chi vuoi che dia retta a una povera ventenne in piena crisi?
Soprattutto se neanche se stessa riesce ad ascoltarsi e imboccare la giusta strada.

Maledetta stronza che non muore mai.
Maledetta speranza che offusca il mio cammino.

Muori.

(Scritto il 05/09/2012)

Annunci

Informazioni su Miriana

"Perché sfotti così la tua bellezza?" le chiesi. "Perché non ci vivi insieme, e via?" "Perché la gente pensa ch'è tutto quel che ho. La bellezza non è niente, la bellezza non dura. Non lo sai quanto sei fortunato, tu, a essere brutto, ché se a qualcuno gli piaci, così sai che è per qualche cosa d'altro."
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...