Scontro frontale.

Cosa vuoi da me? Cosa cerchi? Cosa speri di ottenere? Non sono più la tua bambina. Non lo sono mai stata, ma tu non te ne sei mai reso conto. Mi hai abituata alla tua assenza, ora perché cerchi di tornare? A che scopo?1013152_10200452703189394_762444729_n

Pensieri che si interrompono, persi nelle bozze dimenticate di un telefono. Cadono nel vuoto, perdendo la forza d’animo che mi ha spinto a comporre quel messaggio. Ma i sentimenti scorrono in un vortice, si mischiano, si confondono. Non si fermano mai. E non so se provare pena o rabbia nello scriverti. Vergogna per il mezzo uomo che sei, o semplice disgusto. La tristezza ormai non c’è più, non per te. Non è più come quando uscivo da scuola e vedevo le altre bambine correre tra le braccia di quella figura che tu non hai avuto il coraggio di essere per me. Per noi. Allora, forse, mi intristivo un po’ nel pensare che tornando a casa non ti avrei trovato. Che nella mia famiglia è sempre mancato un pezzo. Una famiglia monca. Ecco, lì ancora ci credevo. O forse ero semplicemente piccola e ingenua, in cerca di un abbraccio che mi desse rassicurazione e sicurezza. In cerca di braccia forti, le tue. Ma quella sensazione non sei mai riuscito a darmela e tutte le certezze che ora ho, non mi hai aiutato tu a costruirle. Ora, però, cerchi di tornare. Ora che è troppo tardi. Ma lo fai solo perché hai paura, ti spaventa il pensiero di rimanere solo. Sei un codardo, un vigliaccio che cerca conforto proprio da quella bambina che il conforto ha dovuto cercarlo altrove. E tu non te ne rendevi conto. Come non ti sei mai reso conto di niente, come continui a non accorgerti delle cose. Del dolore, del bisogno, dell’odio, di niente. Non vedi assolutamente niente, con quei tuoi occhi chiari inondati dalla nebbia. Esiste solo il tuo mondo, la tua nuvoletta felice in cui tu sei amato e apprezzato da tutti, in cui puoi farti il grande, ostentando una mala copia di sicurezza. E invece guardati, sei un burattino dimenticato dal mondo, schiacciato dal peso della realtà che cerchi di camuffare, dalle responsabilità da cui hai sempre cercato di scappare, dagli errori che non hai mai voluto ammettere, dai problemi che non ti sei mai impegnato ad affrontare. La tua vita è solo una fuga, una misera, perenne fuga da me, da noi. Da te stesso. E quando ti arrivano quei piccoli, brevi istanti di una parvenza di lucidità, mi cerchi. Non so con quale coraggio tu possa fare una cosa simile, con quale dignità tu possa strisciare da me sperando che io accolga le tue richieste. Guardami, osservami bene e per una buona volta apri gli occhi. Guarda quel muro che c’è tra noi, quel muro che tu mi hai obbligato a costruire. Smetti di ignorarlo e per una buona volta renditi conto di qualcosa. Renditi conto di avermi persa, di non aver mai lottato per me e renditi conto che non mi riavrai mai più. Proprio così come non mi hai mai realmente avuta. E sii in grado di ammettere che non è il mondo ad andarti contro, che non sono io ad essere pazza quando sbraito contro di te, che non sei tu la vittima, che non è lei la causa dei tuoi problemi, che non è il tuo lavoro ad averti allontanato da noi. Apri gli occhi e osserva il fallito che sei. Per una buona volta, una sola nella vita, affronta il fatto che tutto questo sia solo colpa tua.

 (Scritto il 01/10/2013)
Annunci

Informazioni su Miriana

"Perché sfotti così la tua bellezza?" le chiesi. "Perché non ci vivi insieme, e via?" "Perché la gente pensa ch'è tutto quel che ho. La bellezza non è niente, la bellezza non dura. Non lo sai quanto sei fortunato, tu, a essere brutto, ché se a qualcuno gli piaci, così sai che è per qualche cosa d'altro."
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...