Com’è che ci si perde?

Com’è che ci si perde?
Quand’è che ha avuto inizio
questa sensazione?
La perdizione.
Perdizione.
Per-di-zione.
E gli altri?
Dove finiscono gli altri,
il mondo, la realtà?
O forse tu.
Tu.
Dove finisci,
tu?
Tumb.
Il rumore di te che cadi al suolo
in questo spazio nuovo.

Com’è che ci si perde?
Quando
cammini per strada e vedi
solo le tue scarpe
che si inseguono.
Quando
sei in mezzo alla gente e vedi
solo le tue mani
che ondeggiano.
Voci
e rumori
che a te non arrivano
perché troppo in profondità,
lì dove tutto è ovattato…
ato…
ato.
Tutto,
al di fuori di te.

Com’è che ci si perde?
Persa.
Persa.
Persa.
Persa!
Sono persa, e allora?
Espulsa dalla realtà
come una figlia ripudiata,
vago
senza meta
tra pensieri densi.
Lenti.
Intensi.
Ma poi, alla fine di
tutto questo vagabondare,
com’è che ci si ritrova?

E all’improvviso,
la voce di
uno sconosciuto
mette insieme parole
che non ti aspettavi di sentire.

“Scusa, mi ero persa.”
“Tranquilla, prima o poi qualcuno ti verrà a recuperare.”

Verrà?

WP_20140803_001

Annunci

Informazioni su Miriana

"Perché sfotti così la tua bellezza?" le chiesi. "Perché non ci vivi insieme, e via?" "Perché la gente pensa ch'è tutto quel che ho. La bellezza non è niente, la bellezza non dura. Non lo sai quanto sei fortunato, tu, a essere brutto, ché se a qualcuno gli piaci, così sai che è per qualche cosa d'altro."
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...